Donne che si raccontano: Intervista a Tonina Tolu

Feminas in tunduIl risveglio del femminile

presenta

Donne che si raccontano : Tonina Tolu

 

 

Maria: La vita è cambiamento. Possiamo resistere o lasciarci andare e imparare a viverlo…tu cos’hai deciso di fare?

Tonina: Mi viene in mente una citazione di Alejandro Jodorowsky: ” Tutto ciò che sarai lo sei già. Tutto ciò che cerchi è già in te e ti realizzerai quando non avrai più paura di essere ciò che sei. ” Ho deciso di Essere! Nel frattempo accolgo il cambiamento e mi lascio andare. Ho imparato che è molto più faticoso resistergli che imparare ad amarlo,quindi lo vivo e me lo godo

.

Maria: Mi racconti la tua storia?

Tonina: C’era una volta un topolino. Un bel giorno incontrò un gatto e pensò che fosse più coraggioso di lui. Così chiese alla fata buona di trasformarlo in un gatto per smettere di avere paura. Quando fu trasformato in un gatto, vide un cane e ne ebbe paura e pensò che il cane fosse il più coraggioso. Chiamò la fatina buona e le chiese di poter diventare un cane. La fatina buona lo accontentò. Dopo essere stato trasformato in un cane, capì che il cane temeva l’uomo. ” Fatina, fatina buona, mi sono sbagliato, è l’uomo il più coraggioso di tutti! Trasformami ancora. “ Dopo essere diventato un essere umano capì che anche l’uomo temeva i propri simili. “Fatina, fatina buona! Tutti hanno paura di tutto e di tutti … non mi piace essere un uomo. Voglio tornare a essere un topolino. Non sarò coraggioso ma almeno corro più veloce di tutti! E la fatina lo fece diventare di nuovo un topolino. Questa storia mi colpisce sempre e tanto. L’ho trovata tra le pagine di un romanzo. E’ la storia di CHIUNQUE che, alla fine di un percorso, capisce che essere se stessi è la scelta più giusta e che quello che non ci piace di noi può diventare un punto di forza. Come la paura: perché dove non c’è paura non c’è nessun coraggio.

Maria: Qual è la cosa che più vorresti trasmettere ai tuoi figli?

Tonina: Sono il frutto di un amore importante e desidero che conservino il senso della famiglia nonostante il divorzio. Unità , condivisione, fratellanza e gratitudine. Li ho tanto voluti e sono arrivati a distanza di due anni l’uno dall’altro. C’è una sorta di sinergia tra di noi e vorrei che ci fosse anche con il Padre. Voglio trasmettere loro il rispetto per l’uomo più importante della loro vita mostrandoglielo con piccoli gesti e con la sua costante presenza, e permettendo loro di incontrarlo ogni volta che vogliono. Voglio che comprendano l’ importanza del rispetto e dell’amore per loro stessi e per i loro sogni. Quello che poi ricevo io da loro è altra storia

Maria:Di cosa ti occupi ora?

Tonina: Mi nutro e vendo i frutti della Madre Terra che, un domani ho anche intenzione di coltivare. Work in progress. Penso che offrire ai turisti un servizio del genere in spiaggia faccia loro risparmiare tempo e possono godersi le vacanze senza doversi preoccupare di andarsi a comprare altrove un frutto di stagione o un insalata bio.

Maria: Dove ti possiamo trovare?

Tonina: Per il momento in spiaggia, poi, da settembre nei vari mercati della zona.

Maria: Che messaggio vorresti dare a chi leggerà l’intervista?

Tonina: Nutritevi abbondantemente di Colore! Acquistate prodotti biologici nei mercati rionali e godetevi la Vita! Oppure contattatemi.Colorerò io il vostro acquisto! Clicca qui e di più su Feminas in tundu Con Amore Maria

 

 

 

 

 

 

 

COMMENTI FACEBOOK:

Leave A Response

* Denotes Required Field